Fanes to Rozes   51764
vorheriges Panorama
nächstes Panorama
Details / LegendeDetails / Legende Marker ein / ausMarker ein / aus Übersicht ein / ausÜbersicht ein / aus   
 Durchlauf:   zum ersten Punkt zum vorherigen Punkt Durchlauf abbrechen
Durchlauf starten
Durchlauf anhalten
zum nächsten Punkt zum letzten Punkt
  verkleinern
 

Legende

1 Sasso della Croce, 2907
2 Cima Dieci, 3026
3 Cima Nove, 2968
4 Lavarella, 3055
5 Conturines, 3064
6 Cime di Ciampestrin, 2910
7 Fanes Nord, 2989
8 Fanes Sud, 2980
9 Tofana de Inze, 3238
10 Settsass, 2571
11 Tofana di Mezzo, 3244
12 Tofana di Rozes, 3225
13 Sass de Stria, 2477
14 Monte Sief, 2424

Details

Aufnahmestandort: SS48 (1948 m)      Fotografiert von: Pedrotti Alberto
Gebiet: Dolomiten      Datum: 01-11-2015
Following the fiasco of the subject on Panorama Photos (N.18575), I try in search for better luck with the Alpen Panoramen audience!!

12 HF, Nikon D7000, zoom 70-300, 112 mm (x 1.5), ISO 1000, f/5, 1/400 sec.
www.panoramio.com/photo/126112516

Kommentare

:-)
02.12.2015 21:23 , Christoph Seger
Non riesco a capire, Cima Nove e cima Dieci nella Bastionata di Santa Croce?
Verstehe nicht, Cima Nove und Cima Dieci in die Bastionata di Santa Croce?
Val Badia - Gadertal
03.12.2015 07:38 , Giuseppe Lovato
A voler essere filologici... 
... Sass da les Nu e Sass da les Diesc per quanto riguarda il bordo nordoccidentale dell'altipiano di Pices Fanes. Le Cime di Fanes dovrebbero essere più correttamente denominate "Fanis", anche se l'etimo è sempre quello (ed è anche quello delle To-fane). Per il resto la luce calante è spettacolare, come spettacolare è che tu sia riuscito a dissimulare tutti gli impianti di risalita!...
Ciao, Alvise
03.12.2015 08:36 , Alvise Bonaldo
colore e luce; semplicemente, deliziosi...
03.12.2015 21:12 , Gianluca Moroni
Fanes-Fanis, in presenza di questi dilemmi io semplicemente prendo una carta al 25mila e copio da quella.
Nove-Dieci: semplicemente stanno lí, e non c'è molto da meravigliarsi che segnino quelle ore per la Val Badia, anche senza arrivare a studiare la carta con il goniometro.
Cosa che peraltro io facevo molto spesso, in epoca ante-Udeuschle, per decifrare foto alpine... Poi avevo anche un foglio semitrasparente con segnati gli angoli delle varie lunghezze focali, e lo sovrapponevo allo splendido atlante al 200mila del Touring (la cui apologia piú bella si trova ne «La leggenda dei monti naviganti» di Paolo Rumiz). Bei tempi!
Saluti,
Alberto.
04.12.2015 17:30 , Pedrotti Alberto

Kommentar schreiben


Pedrotti Alberto

Weitere Panoramen

... in der Umgebung  
... aus den Top 100