Fra Valsugana e Val di Sella   4531
vorheriges Panorama
nächstes Panorama
Details / LegendeDetails / Legende Marker ein / ausMarker ein / aus Übersicht ein / ausÜbersicht ein / aus   
 Durchlauf:   zum ersten Punkt zum vorherigen Punkt Durchlauf abbrechen
Durchlauf starten
Durchlauf anhalten
zum nächsten Punkt zum letzten Punkt
  verkleinern
 

Legende

1 Bassa Panarotta, 1834
2 Fravort, 2347
3 Marter
4 Gronlait, 2381
5 Passo La Portella
6 Hoabonti, 2334
7 Cola, 2262
8 Sasso Rotto, 2396
9 Roncegno, 535
10 Ciste, 2186
11 Cima delle Buse, 2574
12 Ronchi
13 Passo Cinque Croci, 2018
14 Monte Zaccon, 1132
15 Poisele
16 Cima d'Asta, 2847
17 Castel Telvana
18 Borgo Valsugana, 385
19 Cimon Rava, 2434
20 Castelletto, 2337
21 Fierollo, 2141
22 Palon della Cavallara, 2201
23 Col della Stanga, 1532
24 Cima Undici, 2228
25 Lama Gialla
26 Cima Dodici, 2334
27 VAL DI SELLA
28 Monte Trentin, 2321
29 Bocchetta Kempel, 2141
30 Cima Portule, 2307
31 Porta Rensola o Bocchetta Lanzoletta, 1937

Details

Aufnahmestandort: Sasso Alto (1430 m)      Fotografiert von: Pedrotti Alberto
Gebiet: Vizentiner Alpen      Datum: 21-01-2019
Una piccola catena di montagne "brutte" ed evitate dagli escursionisti in quanto insignificanti separa la Val di Sella (prediletta da Alcide De Gasperi) dalla Valsugana, togliendo a buona parte di questa la vista sulla catena di Cima Dodici e sui suoi valloni. Da alcuni punti di essa si godono comunque dei buoni panorami.
L'annessione alle "Vizentiner Alpen" segue una pura logica di classificazione, dato che si trovano pur sempre sulla destra idrografica della Valsugana. Va da sé che queste montagne non hanno nulla di vicentino - pur essendo, geologicamente, già calcaree come quelle del vicino Altopiano di Asiago.

http://bit.ly/2TfziUz

Kommentare

Per quel che ne so... 
... ArteSella ha subito alcuni danni dall'alluvione del novembre 2018. Qual è la situazione attuale?
BTW, situazione triste per lo scialp su Gronlait Fravort & co...
Ciao, Alvise
29.01.2019 09:15 , Alvise Bonaldo
Non sono andato a vedere, anche perché non sono un grande seguace di Arte Sella.
Ti posso dire che per tutto il tempo che sono stato sulla cresta ho sentito lavorare intensamente giú per i boschi di Sella, fino a quando ha fatto buio.
La malga detta Busa del Mochene (uno dei numerosi enigmi topografici: cosa ci fa mai un mochene su questo versante della Valsugana?) dove ho lasciato la bici l'ho raggiunta spingendo su per un ripido prato perché la forestale attraverso i boschi era del tutto inagibile.
Se sei interesaato, curiosando intorno a http://bit.ly/2TfziUz trovi molta documentazione.
Saluti
Alberto.
29.01.2019 12:07 , Pedrotti Alberto
Sbaglio... 
... o hai poi passato la notte sul Pizzo di Levico?
29.01.2019 13:10 , Alvise Bonaldo
No sono tornato a casa. Non salgo da un pezzo sul Pizzo (suona anche bene...), devo andare a vedere in che stato è il sentiero dopo le devastazioni. Sulla carta, lo spigolo sul quale si sviluppa dovrebbe essere una delle zone piú colpite dal vento.
29.01.2019 13:21 , Pedrotti Alberto

Kommentar schreiben


Pedrotti Alberto

Weitere Panoramen

... in der Umgebung  
... aus den Top 100