Cima Vallon Scuro   8822
vorheriges Panorama
nächstes Panorama
Details / LegendeDetails / Legende Marker ein / ausMarker ein / aus Übersicht ein / ausÜbersicht ein / aus   
 Durchlauf:   zum ersten Punkt zum vorherigen Punkt Durchlauf abbrechen
Durchlauf starten
Durchlauf anhalten
zum nächsten Punkt zum letzten Punkt
  verkleinern
 

Legende

1 Collalto
2 Barbaria
3 Cesen
4 Col de Moi
5 Pavione
6 Sass de Mura
7 Piz de Sagron
8 Pala di San Martino
9 Croda Granda
10 Agner
11 Marmolada
12 Certosa di Vedana
13 Civetta
14 Tofana di Rozes
15 Tofana di mezzo
16 Valle del Piave
17 Pelmo
18 Schiara
19 Serva
20 Belluno
21 Duranno
22 Col Nudo
23 Col Visentin
24 Pian de le Femene
25 Millifret
26 Monte Cimone
27 Pizzoc
28 Crodon del Gevero
29 La Cisa
30 Cima Agnellezze
31 (Bivacco dei Loff)

Details

Aufnahmestandort: Cima Vallon Scuro (1286 m)      Fotografiert von: Alvise Bonaldo
Gebiet: Vizentiner Alpen      Datum: 23.1.2022
La dorsale delle Prealpi trevigiane, tra il solco della val Lapisina a est e il Cesen a ovest, offre dei balconi spettacolari sulla vallata del Piave e sull'ampia chiostra delle Dolomiti bellunesi. Sembra di essere già a aprile... La salita a questo settore di norma avviene dal Passo di San Boldo (una strada micidiale e straordinaria costruita dal genio militare austriaco in circa cento giorni, negli ultimi mesi della Grande Guerra) oppure da Cison di Valmarino. Sotto il Crodon del Gevero c'è il bellissimo bivacco dei Loff (lupi in dialetto locale).

The ridge of the Treviso pre-Alps, between Val Lapisina to the east and the Cesen to the west, offers an astonishing sight above the Piave valley and on a wide range of the Belluno Dolomites. It seems to be already in April ... The ascent to these summits usually takes place from the San Boldo Pass (an extraordinary road work built by the Austrian military genius with the help of local workers, especially women, in about one hundred days, in the last months of the First World War) or from Cison di Valmarino. Underneath the Crodon del Gevero there is the beautiful bivouac of the Loff (loff means "wolves" in the local dialect).

https://de.wikipedia.org/wiki/Passo_San_Boldo

Kommentare

Mi ricordo che quando passavo ore a sognare sulla carta al 200mila del Touring mi saltava sempre agli occhi, sotto il Col de Moi, una "Osteria de Praderadego". Tu ci sei mai stato? Sembra esserci anche una strada che traversa da Valmareno a Mel, passando vicino al castello di Zumelle, al quale alcune agenzie qui in Trentino organizzano anche dei viaggi, con incluso il servizio del castellano che racconta antiche storie e leggende.
Altrimenti io come attraversamenti del Nevegal (mi piace che tu lo metti nell'araba fenice delle Vizentiner: trovo giusto che, fra i due contendenti bellunesi e trevigiani, goda il terzo) ho in repertorio solo un San Boldo e un Visentin per la lunga e panoramica strada che sale da Revine.
Panorama e giornata entusiasmanti; a sinistra delle Vette mi par di riconoscere anche le tre cime del Coppolo e, dietro, le nostre Cime di Rava.
Saluti
Alberto.
25.01.2022 11:33 , Pedrotti Alberto
Hai ragione per il Coppolo e il Rava, grazie. 
Il Praderadego in effetti è sull'altro lato del Col de Moi. Dalla Tabacco 068 sembra asfaltato ma non l'ho mai percorso. In veneto Pra-de-radego vuol dire all'incirca "pratone della baruffa, della discussione" - non so in riferimento a che cosa, ma l'etimologia è suggestiva.
In effetti trovo che manchi una specifica collocazione della dorsale Col Visentin - Cesen. Chissà se qualcuno in ascolto inserirà mai "Prealpi Trevigiane"...
Ciao, Alvise
25.01.2022 12:34 , Alvise Bonaldo
Bella questa, dimostra che tutto il mondo è paese... anche qui nella contigua Val dei Mocheni un toponimo piuttosto diffuso è Straitbisn, che è una corruzione di Streit-wiesen, ossia campi della contesa.
Nella mia Tabacco 24 il Col de Moi rientra proprio per miracolo; se hanno due difetti queste carte graficamente cosí belle è di essere stampate su carta marcia e di essere spesso inquadrate in modo del tutto balordo.
25.01.2022 14:22 , Pedrotti Alberto
Das Bild gefällt mir, die Sensorflecken im Himmel lassen sich mit einer Maske gut entfernen.
VG Manfred
25.01.2022 20:22 , Manfred Hainz
Thanks a lot, Manfred 
I reloaded the pano hoping that it will be better this time - I tried to delete all the dots... indeed my lenses are too dirty!!!
Ciao, Alvise
26.01.2022 09:25 , Alvise Bonaldo
Doesn´t really look like winter at the end of January, terrifying! ;-)
26.01.2022 22:29 , Johannes Ha
The right part seems to fall down a bit, otherwise great pano!
27.01.2022 08:42 , Jens Vischer
Thanks a lot, Jens. 
Indeed the right side seems to fall a little bit. But it's only an optical effect probably due to the fact that the mountains decrease and "run out" into the Veneto plain; actually the upper edge of the haze on the plain, both on the right and the left side of the pano, is perfectly horizontal and parallel to the edge of the pano, as you can see.
Ciao, Alvise
27.01.2022 12:59 , Alvise Bonaldo

Kommentar schreiben


Alvise Bonaldo

Weitere Panoramen

... in der Umgebung  
... aus den Top 100