Nel mondo di Fauniera   21256
vorheriges Panorama
nächstes Panorama
Himmelsrichtungen ein / ausHimmelsrichtungen ein / aus
Details / LegendeDetails / Legende Marker ein / ausMarker ein / aus Übersicht ein / ausÜbersicht ein / aus   
 Durchlauf:   zum ersten Punkt zum vorherigen Punkt Durchlauf abbrechen
Durchlauf starten
Durchlauf anhalten
zum nächsten Punkt zum letzten Punkt
  verkleinern
 

Legende

1 Cima di Test, 2621
2 Becco Grande, 2775
3 Rocca la Meia, 2831
4 Monte la Bianca, 2746
5 Alto Vallone di Marmora
6 Monte Chersogno, 3026
7 Pelvo d'Elva, 3064
8 Rocca Ciarmetta, 2553
9 Colle del Vallonetto, 2447
10 Punta Tempesta, 2679
11 Colle d'Esischie, 2371
12 Rifugio Fauniera
13 Monte Tibert, 2647
14 Val Grana
15 2482
16 Parvetto, 2481
17 Cima Fauniera E, 2515
18 Parvo, 2523
19 Cappella dell'Assunta
20 Marguareis, 2651
21 Monte Bussaia, 2451
22 Frisson, 2637
23 Rocca dell'Abisso, 2755
24 Baus, 2779
25 Asta Soprana, 2900
26 Gelas, 3143
27 Argentera, 3297
28 Monte Matto, 3097
29 Rocca di Valmiana, 3006
30 Monte Omo, 2615
31 Monte Sale', 2630
32 Nebius, 2600
33 Laroussa, 2905
34 Corborant, 3007
35 Ischiator, 2998
36 Tenibres, 3031

Details

Aufnahmestandort: Colle Fauniera (2520 m)      Fotografiert von: Pedrotti Alberto
Gebiet: Cottische Alpen      Datum: 24-08-2022
Il Colle di Fauniera è uno dei miei passi alpini preferiti.
Esso è unico anche come collocazione: non è il classico valico che mette in comunicazione due valli, ma si trova "appollaiato" alla testata di tre valli:
- il vallone di di Marmora, laterale meridionale della Val Maira,
- la Val Grana, che sale direttamente dalla pianura in direzione est-ovest;
- il Vallone dell'Arma, ragguardevole diramazione settentrionale della Valle Stura.
Se in questo strano nodo orografico non ci sono cime di rilievo, la piú alta essendo la Rocca La Meia (N.40077), in compenso vi è una sequenza pressoché irripetibile di valichi, collegati dalle ex-strade militari che servivano la seconda linea italiana al confine con la Francia. Esischie, Vallonetto, Fauniera, Valcavera, Mulo, Bandia, Ancoccia, Margherina, Cologna, Racca Brancia, Gardetta, Preit, questo il lungo rosario di colli, tutti raggiungibili in bici.
Io scoprii questa zona nel 1998, giusto un anno prima che essa venisse per la prima volta scoperta dal Giro d'Italia, in una tappa che vide una discesa memorabile, per acrobazia e spericolatezza, da parte di Savoldelli, per la stretta strada del Vallone dell'Arma. Anche stavolta, ripercorrendo la curva a gomito davanti alla facciata affrescata della chiesa di Trinità, mi sono chiesto come aveva fatto quella volta il cosiddetto "Falco", che quel giorno sembrava veramente aver venduto l'anima al diavolo, a prenderla praticamente senza rallentare.
Oggi il Colle di Fauniera è caratterizzato da un monumento dedicato a Pantani: un monumeno per una volta fatto bene, con una rappresentazione estremanente dinamica, nella quale l'atleta sembra veramente tutt'uno con la sua bicicletta.
Dopo aver passato la notte nella tenda che avevo piantato a poche decine di metri dal monumento, non so cosa mi sia venuto in mente di scattare un 360° da questa strana posizione, dalla quale non si vede niente di quello che si vorrebbe vedere. La piccola cappella sopra il colle, infatti, oltre a venire presa da dietro, copre non solo il valico con il monumento, ma anche la caratteristica cimetta antistante, che sarebbe poi l'unica a portare senza ombra di dubbio il nome Fauniera (nome che origina comunque da una sorgente d'acqua sul versante Grana). Se il colle si chiami Fauniera, o se il nome gli sia stato appiccicato in occasione di quel primo passaggio del Giro, è abbastanza controverso. Alcuni sostengono che esso si chiamerebbe meno poeticamente Colle dei Morti, dal nome dell'omonimo piccolo vallone che sale dal vicino Colle di Valcavera.

Kommentare

Seems to be an attractive area. Cheers, Martin
10.04.2023 18:34 , Martin Kraus
far away but interesting!!
11.04.2023 23:35 , Michael Strasser

Kommentar schreiben


Pedrotti Alberto

Weitere Panoramen

... in der Umgebung  
... aus den Top 100