Sasso Bianco; sulle orme di Amelia Edwards…   2481
vorheriges Panorama
nächstes Panorama
 
Details / LegendeDetails / Legende Marker ein / ausMarker ein / aus Übersicht ein / ausÜbersicht ein / aus   
 Durchlauf:   zum ersten Punkt zum vorherigen Punkt Durchlauf abbrechen
Durchlauf starten
Durchlauf anhalten
zum nächsten Punkt zum letzten Punkt
  verkleinern
 

Legende

1 Agner 2872 m
2 La Fradusta 2939 m
3 Piz Zorlet 2378 m
4 Cima della Vezzana 3192 m
5 Mulaz 2906 m
6 Cima di Cece 2754 m
7 Cima Bocche 2754 m
8 Cima Brenta 3151 m
9 Cima d' Auta Orientale 2623 m
10 Sasso Vernale 3058 m
11 Marmolada 3343 m
12 Punta Serauta 2962 m
13 Sassolungo 3181 m
14 Piz Boe' 3152 m
15 Sassongher 2665 m
16 Hochfeiler 3510 m
17 Migogn 2384 m
18 Schwarzenstein 3370 m
19 Sas da les Diesc 3026 m
20 Piz dles Conturines 3064 m
21 Schneebiger Nock 3358 m
22 Punta Fanes di Mezzo 2976 m
23 Tofana di Rozes 3225 m
24 Rocca Pietore 1130 m
25 Savinei 1020 m
26 Nuvolau 2575 m
27 Cristallo 3221 m
28 Cima Grande di Lavaredo 2999 m
29 Monte Cernera 2664 m
30 Selva di Cadore 1350 m
31 Sorapiss 3205 m
32 Cima Bel Pra' 2917 m
33 Antelao 3264 m
34 Pelmo 3168 m
35 Cima Coldai 2403 m
36 Duranno 2652 m
37 Civetta 3220 m
38 Piccola Civetta 3207 m
39 Moiazza Sud 2878 m
40 Monte Alto di Pelsa 2417 m
41 Piz di Mezzodi' 2217 m
42 Monte Pizzocco 2186 m

Details

Aufnahmestandort: Sasso Bianco (2407 m)      Fotografiert von: Gianluca Moroni
Gebiet: Dolomiten      Datum: 07.11.2020
Panoramica a 360°.

Cima straordinariamente panoramica! Lo aveva intuito Amelia Edwards che la salì nella lontana estate del 1872, compiendo tra l’altro la prima ascensione turistica della montagna. Amelia ci ha lasciato meravigliose pagine su questa ascensione e sulla sua “campagna” dolomitica nel libro “Untrodden peaks and unfrequented valleys” (tradotto anche in italiano in “Cime inviolate e valli sconosciute”). Riferendosi alla sua ascensione al Sasso Bianco scrisse anche “Naturalmente è impossibile dire cosa offrirebbe il panorama da questo lato se il tempo fosse completamente sereno e, tuttavia, anche se metà dell’orizzonte oggi è irrimediabilmente oscuro, riusciamo ugualmente a identificare con sicurezza una cinquantina di cime compresi i giganti dolomitici.” e “Anche ora, mentre scrivo, sento il rimpianto di non essere stata capace di disegnare una panoramica, anche soltanto schematica, della visuale ricca e stupenda che circonda la cima del Sasso Bianco”.

Vorrei dedicare a lei questo mio lavoro ad esaudire il suo desiderio di una completa visione dalla cima!

Kommentare

Bravo Gianluca!! 
Sia per la salita al Sasso Bianco (cima non molto nota ma riconoscibilissima soprattutto salendo al Fedaia da Caprile) sia per il ricordo della Edwards. Molti anni fa ho letto anche io Cime Inviolate e Valli Sconosciute nell'edizione della Nuovi Sentieri di Bepi Pellegrinon (meritorio editore di montagna) trovandolo suggestivo e entusiasmante. Sei salito dal rifugio? o dal versante Giardogn?
Ciao, Alvise
24.11.2020 12:01 , Alvise Bonaldo
Ciao Alvise! Io e Stefania siamo saliti partendo da Piaia. Raggiunto il Rifugio Sasso Bianco abbiamo poi proseguito verso la vetta passando nelle vicinanze del Sasso Nero. Al ritorno abbiamo fatto visita anche alle vette della Cima da Pian e del Sasso Nero. Bei posti !!!
24.11.2020 18:25 , Gianluca Moroni

Kommentar schreiben


Gianluca Moroni

Weitere Panoramen

... in der Umgebung  
... aus den Top 100